Dal 31 ottobre anche a Saluzzo Bus Company interromperà il servizio di bike sharing "Bus2Bike". Galleano: "Resta forte la volontà di investire in nuovi sistemi di mobilità alternativa"

22.10.2019

 

 

 

 

SALUZZO - Dopo Alba, anche a Saluzzo Bus Company annuncia il ritiro del servizio di bike sharing “Bus2bike”. Dal 31 ottobre i 30 mezzi elettrici, che nella città del Marchesato erano stati introdotti ad aprile 2019, saranno tolti insieme ai 300 che erano stati messi a disposizione agli albesi. Complici gli atti di vandalismo, che purtroppo hanno danneggiato le biciclette in particolare proprio ad Alba, e il conseguente passo indietro da parte dei partner cinesi della società Eazymov, che hanno deciso di investire altrove, hanno spinto l’azienda a interrompere il servizio. 

“Ci avevamo creduto all’inizio, quando con il Comune di Alba e la società cinese Eazymov avevamo portato, per la prima volta fuori da una grande città, l’innovativo servizio di bike sharing “Bus2bike” - conferma l’Amministratore delegato Enrico Galleano -. A distanza di circa un anno e mezzo, siamo purtroppo costretti a sospendere il progetto, complice anche alcuni casi di vandalismo che hanno finito per danneggiare diverse biciclette. Fatti che hanno inciso, inoltre, nella scelta del partner cinese di non investire più nel sistema, preferendo all’Italia altri Paesi europei. Tuttavia, resta forte la volontà di Bus Company di continuare ad investire in nuovi sistemi di mobilità alternativa come l’innovativo servizio di bike sharing “free floating” con bici ibride a pedalata assistita. Per noi il progetto “ultimo miglio”, cioè il percorso  con i mezzi pubblici fino alla porta di casa, al luogo di lavoro o a quella che sia la sua destinazione finale, non è assolutamente abbandonato”. 

Resta comunque il progetto per quell’”ultimo miglio”. “Ci prendiamo un periodo di riflessione, ma è nostra intenzione ripartire con un nuovo servizio sul territorio e stiamo già pensando a nuove proposte, per intercettare i nuovi bisogni di mobilità, muovendoci fuori dagli schemi delle aziende tradizionali di trasporto pubblico, aprendoci a nuove sfide imprenditoriali e di innovazione tecnologica. Per noi è evidente il bisogno di una mobilità leggera che soddisfi a pieno le esigenze dei cittadini e su questo proseguiremo con i nostri sforzi come abbiamo già avuto modo di dimostrare. Rivedremo il progetto per ripensarne uno che sappia rispondere alle reali esigenze di tutta la cittadinanza. È ciò che ci chiedono i nostri milioni di passeggeri”.

 

“Mi spiace che la sperimentazione dell’innovativo servizio di bike sharing “free floating” con bici ibride a pedalata assistita non abbia dato l’esito sperato - ha aggiunto il sindaco di Saluzzo Mauro Calderoni - ma allo stesso tempo mi rincuora apprendere che gli atti vandalici sono stati sporadici ed ininfluenti. È il segno che la nostra è una comunità sana, matura, attenta ai beni comuni e curiosa delle novità”. 

 

Chi ha credito inutilizzato 
Coloro che, alla data del 31 ottobre, abbiano ancora del credito inutilizzato nell’applicazione potranno recarsi, entro e non oltre il 31 dicembre, presso la biglietteria Bus Company di Saluzzo, via Circonvallazione 19 (lunedì-venerdì 7.30-18.30, sabato 7.30-12), per richiedere il rimborso delle somme spettanti.

c.g.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio

Please reload

Categorie

  • White Facebook Icon

MAIL. redazione@saluzzoggi.it  |  TEL. 0171 690417

© 2017 by Saluzzo Oggi - P.I. 11180650019.

This site is proudly made in alternativeADV

Testata Saluzzo.png