Elezioni comunali: Calderoni torna sindaco. Piano ottiene 40% di voti, Manfredi 5%

28.05.2019

 

 

 

 

SALUZZO - Già verso le 21.30 il risultato di questa tornata elettorale era chiaro, Mauro Calderoni è stato riconfermato sindaco dai saluzzesi al primo turno. Niente ballottaggio. Con il 54% dei voti (5.099), la sua coalizione di liste civiche Insieme si può, ha sbaragliato i due avversari, Alessandra Piano arrivata al 40% (3.798) e Piercarlo Manfredi con il 5% (484). Uno scarto ben più netto rispetto a quello di cinque anni fa contro Carlo Savio, quando la lista di Insieme si può vinse per circa 300 voti. Cosa ha premiato la vostra coalizione, perché i saluzzesi vi hanno scelti per i prossimi cinque anni alla guida della città? “C’è grande soddisfazione perché con un vento nazionale ed europeo oggettivamente contrario, a Saluzzo abbiamo avuto un riconoscimento importante, vuol dire che la proposta programmatica e delle idee e di scommettere nelle persone e in ogni quartiere ha premiato. Hanno scelto noi pur non avendo simboli alle spalle, questa è stata sicuramente una soddisfazione. E adesso al lavoro.” Nonostante la sconfitta, si ritiene soddisfatta del risultato Alessandra Piano: “Considerato che abbiamo dovuto organizzare tutto in due mesi di tempo, abbiamo ottenuto un buon risultato - spiega Piano -. Adesso faremo l’opposizione nel migliore dei modi possibili, cercheremo di portare avanti le nostre idee con impegno e convinzione. Sappiamo quali sono i punti su cui ci concentreremo di più Pas, commercio, viabilità, turismo. Siamo pronti a ripartire, non la vivo come una sconfitta, ho dato il massimo, la mia vittoria l’ho già ottenuta. Il risultato ottenuto è un’attestazione di stima e di fiducia di gran parte dei saluzzesi”. Un po’ di amarezza nelle parole di Piercarlo Manfredi: “Visto il risultato della mattina delle europee non ci siamo fatti illusioni - spiega l’ormai ex candidato pentastellato - prima di sapere delle europee pensavamo di prendere dai 600/700 voti, miravamo a quello. C’è un po’ di delusione per quello che miravamo, ma in generale visto l’andamento il risultato era quello. Ero convinto di una cosa, ovvero che Saluzzo andasse contro corrente, non pensavo si andasse al ballottaggio. Sono sereno per il risultato, intanto si è fatta esperienza e bisogna imparare dagli errori commessi. A mente fredda ci riuniremo per fare le nostre valutazioni per poi ripartire e capire i prossimi passi da fare”. In leggero calo rispetto al 2014 l’affluenza alle urne quando su 13.821 elettori votarono 9.744, pari al 70,50%, mentre quest’anno si sono presentati in 9748 su 14161 iscritti, pari al 68.84%. Chiara Gallo

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio

Please reload

Categorie

  • White Facebook Icon

MAIL. redazione@saluzzoggi.it  |  TEL. 0171 690417

© 2017 by Saluzzo Oggi - P.I. 11180650019.

This site is proudly made in alternativeADV

Testata Saluzzo.png