Start 2019: presentato il programma della nuova edizione della kermesse artistica saluzzese

04.04.2019

SALUZZO - L’arte in tutte le sue forme torna protagonista a Saluzzo per la nuova edizione della rassegna Start. Dal 26 aprile al 26 maggio la città si animerà di eventi e iniziative dedicate oltre che all’arte, all’artigianato e all’antiquariato. Fil rouge della manifestazione sarà il “Carattere”, inteso come capacità ambivalente di coniugare l’unicità della tradizione artistica e artigiana del saluzzese a nuove opportunità, nuove evoluzioni e prospettive. Il futuro e l’innovazione ancora una volta saranno quindi al centro della ricerca di tutti i protagonisti di Start. Carattere sarà anche riferito al carattere tipografico, un omaggio a Giambattista Bodoni, celebre tipografo saluzzese, che sarà poi reinterpretato in chiave artistica. “Il Carattere può essere buono o cattivo - ha spiegato il sindaco Mauro Calderoni - ma ci va carattere per fare le cose anche in maniera dirompente. Start è il manifesto politico di questi anni di amministrazione perché recupera la tradizione guardando al futuro, all’innovazione e alle contaminazioni. Quando guardavamo alla manifestazione di artigianato e antiquariato insieme a Saluzzo Arte, abbiamo compreso che così come le abbiamo conosciute non potevano proseguire, andavano adeguate, intanto per non essere solo iniziative commerciali, ma dovevano diventare elementi di una comunicazione globale a livello regionale, nazionale e in futuro internazionale. Start serve a Saluzzo come palcoscenico per coinvolgere tutti gli attori che hanno deciso di scommettere con noi sulla città, tutti gli operatori del mondo artistico e culturale, e al tempo stesso per promuovere il territorio al di fuori del bacino provinciale. In tre anni abbiamo raggiunto risultati significativi. L’anno scorso abbiamo registrato più di 16 mila presenze. Si chiude tuttavia un ciclo che ci vede molto coesi e molto appassionati”. “Cinque anni fa  mi è stato conferito l’onore di dedicarmi alla Fondazione Amleto Bertoni - aggiunto Enrico Falda, presidente della Fab - avevamo tre manifestazioni storiche saluzzesi: antiquariato artigianato e arte moderna. Ci è balenata l’idea di metterlo sotto un cappello unico che potesse permettere a Saluzzo di mostrare il meglio di sè. Un sogno diventato realtà, sono stati tre anni di fatiche, ma c’è una solida base strutturale, è un orgoglio essere riusciti a creare quella rete saluzzese a cui ambivamo. Una rete composta da numeri che vede coinvolta l’intera città. Protagonisti per questa edizione sono 27 artigiani, 20 artisti, 41 artisti internazionali da 16 paesi diversi che hanno partecipato al Premio Matteo Olivero, 4 istituti scolastici, 10 associazioni culturali del territorio, praticamente tutte, il carcere coinvolto nel progetto del Labirinto, 13 spazi, tre spazi fuori porta a Lagnasco, a Barge e Castellar, 50 partner che hanno creduto in noi e che ci hanno aiutati. Siamo riusciti a creare una rete senza la quale Start non sarebbe quello che è, davvero grazie a tutti”. 

 

Novità 

Tra le novità di quest’anno anche una nuova sfida con la maratona “Hackathon” da 96 ore filate realizzata in collaborazione del Politecnico di Torino Facoltà di Design che vedrà i giovani designer impeganti a  rispondere alla domanda “Come immaginate il futuro dell’artigianato a Saluzzo”. La competizione, che partirà il 30 aprile, si svilupperà su tre filoni sui cui dovranno lavorare “Legno tecnologia”, “Legno sociale” e “Legno nuovi materiali” e al termine l’opera sarà premiata ed esposta in Casa Cavassa. Dal 30 aprile invece piazza Cavour accoglierà il “Labirinto di Start”, un labirinto di 11 metri per 10 con un percorso modulare di listelli di legno e pareti mobili, realizzato con la collaborazione del corso di falegnameria della Casa di Reclusione di Saluzzo “Rodolfo Morandi”. Altra novità importante sarà il coinvolgimento dei ragazzi dello Spazio Giovani, inaugurato l’anno scorso proprio in occasione di Start alle ex scuderie della Caserma Musso. Una realtà che durante il 2018 è diventata un luogo di ritrovo di tanti giovani ed è inoltre diventato uno spazio prove per i musicisti. Quest’anno entra in start con “Smart - Saluzzo Move Art”, e vedrà la collaborazione con i giovani per un calendario di eventi con protagonisti i ragazzi ma anche le professionalità saluzzesi. Al termine sarà presentata un’opera interattiva al Borgo Maria Ausiliatrice.

 

Premio Matteo Olivero 

Dopo il duo Barrow-Parke, il vincitore della 41esima edizione del Premio Matteo Olivero è il colombiano Santiago Reyes Villaveces. Classe 1986, nato a Bogotà, l’artista realizzerà l’opera “Harp” che sarà allestita alla Chiesa di Sant’Ignazio. “Per l’edizione in Cappella Cavassa - ha spiegato il curatore del premio Stefano Raimondi - all’open call avevano aderito oltre 600 artisti, troppi, abbiamo perciò deciso di rinnovare il progetto. Abbiamo invitato gli advisor di alcune delle istituzioni d’arte più importanti  del mondo, dal Guggenheim, di New York alla Whitechapel Gallery di Londra, a segnalare gli artisti che avrebbero potuto partecipare al premio. è stato così individuato un artista colombiano che realizzerà l’opera Harp, un progetto che si lega alle tradizioni del contesto in cui interagisce”. Si tratta della costruzione di una copia esplosa dell’arpa Topaga del 1680, che andrà ad occupare lo spazio della Sacrestia della chiesa. Tramite i cassetti aperti, le finestre e la struttura proprio della Sacrestia usate come casse di risonanza, Harp diventa un’arpa poliarchica, un flusso di frequenze storiche e architettoniche che mirano a destabilizzare la storia d’origine. “Il nostro obiettivo - ha concluso Raimondi - è di portare il Premio a un’importanza di livello nazionale e credo ci stiamo riuscendo”. 

 

Gli appuntamenti 

Start / Saluzzo Arte partirà venerdì 23 aprile fino a domenica 5 maggio con la 24^ Mostra Arte Contemporanea alla Castiglia “Il labirinto dei simboli”, proseguirà da martedì 30 aprile a domenica 5 maggio con l’81^ Mostra Nazionale dell’Artigianato a Casa Cavassa e infine da mercoledì 15 a domenica 19 maggio con la 42^ Mostra Nazionale dell’Antiquariato. Dal 26 aprile al 26 maggio alla Chiesa di Sant’Ignazio sarà allestita l’opera del 41° Premio Matteo Olivero. Da non dimenticare anche le iniziative “fuori porta” di nuovo a Barge, ma anche a Castellar e a Lagnasco.

 

Start Card 

Torna anche la “Start Card” che permette di entrare gratuitamente nei musei durante il periodo della manifestazione, avere accesso alla navetta domenicale, noleggio bici a pedalata assistita e una riduzione sul biglietto d’ingresso a start/antiquariato. Insieme alla card sarà di nuovo possibile scaricare sul proprio smartphone tramite QRCode  la “Start/App” e avere così sempre a “portata di touch” la mappa della rassegna ed essere aggiornati sul calendario delle iniziative.

Chiara Gallo   

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio

Please reload

Categorie

  • White Facebook Icon

MAIL. redazione@saluzzoggi.it  |  TEL. 0171 690417

© 2017 by Saluzzo Oggi - P.I. 11180650019.

This site is proudly made in alternativeADV

Testata Saluzzo.png