Mauro Calderoni si ricandida a sindaco per le prossime elezioni comunali

23.01.2019

 

 

 

 

SALUZZO - Mauro Calderoni si riconferma come candidato sindaco per “Insieme si può”, lista civica che sostiene la maggioranza di centro sinistra. L’annuncio martedì sera durante l’assemblea del gruppo all’Interno 2 di Saluzzo. Presenti durante la serata anche i rappresentanti delle sei liste che lo hanno sostenuto nel 2014 e che hanno ribadito la loro fiducia. In attesa delle elezioni del 27 maggio, ed eventualmente del 10 giugno per il ballottaggio, si lavorerà ai laboratori per il nuovo programma elettorale.

 

“Lasciamo un bilancio in buono stato - ha spiegato il vide sindaco Franco Demaria - . Non era così cinque anni fa, non per colpa di chi ha amministrato prima. Ma noi siamo passati dal trasferimento dello stato al fondo di solidarietà, che prevede di sostenere i comuni più deboli grazie all’intervento di quelli più grandi. Con questo ci siamo trovati 5 milioni e mezzo in meno, una grande difficoltà, eravamo a un bivio, dovevamo tagliare i servizi o andare all’attacco e siamo andati all’attacco, cercando contributi, dagli enti, dalle fondazioni bancarie, ma anche dai privati. Abbiamo così continuato un lavoro già iniziato, intervenendo sui cappotti agli edifici pubblici, sull’illuminazione. Ora stanno per partire lavori importanti alla biblioteca in caserma Mario Musso, al campo Martino di Maria Ausiliatrice, al Movicentro, la tettoia che diventerà porta di valle, oltre alla firma per i centri diurni e stiamo già pensando a nuovi progetti per le scuole. A questi si affiancano le iniziative culturali, le mostre, le fiere, lo sport”. 

 

Obiettivo è che ogni progetto dovrà creare inclusione. La biblioteca non sarà solo locale dei libri, ma punto di incontro giovani e associazioni, il campo Martino centro di ricreazione dell’intero borgo. 

 

“Cinque anni fa, appena firmato il documento, si cercava di capire se stare insieme, pensavamo di essere diversi, sono passati quattro anni siamo diventati un gran bel gruppo. Ora si tratta di individuare il candidato sindaco e io chiedo a Mauro di riperdere la sua candidatura”.

 

Il primo cittadino, con un po’ di emozione, ha così accettato la proposta di candidarsi per le prossime elezioni: “Che dire, un po’ di emozione. Non era scontato questo passaggio, c’è stato un momento di grande pesantezza a cavallo dell’estate 2018 perché si è voluto dare al progetto del dormitorio dei significati che non ha. Un progetto chiaramente politico. Una scelta che abbiamo fatto consapevolmente per tre motivi: per la dignità delle persone, per la qualità della vita dei saluzzesi e per supportare le nostre aziende agricole. Eravamo al terzo anno di emergenza, andava fatto. Spero sia un esempio per i comuni vicini, perché abbiamo tremila lavoratori agricoli che vengono qui per lavorare, per le nostre aziende. Stiamo parlando dell’asse portante dell’economia saluzzese”. 

 

Dagli altri partiti cittadini ancora nessun annuncio per le candidature. 

 

Chiara Gallo 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio

Please reload

Categorie

  • White Facebook Icon

MAIL. redazione@saluzzoggi.it  |  TEL. 0171 690417

© 2017 by Saluzzo Oggi - P.I. 11180650019.

This site is proudly made in alternativeADV

Testata Saluzzo.png