Interpellanza della minoranza: aumento della malavita per spaccio di droga in città?

19.11.2018

 

 

 

SALUZZO - C’è stato un aumento della malavita a Saluzzo? A porsi questa domanda sono i consiglieri di minoranza Andrea Farina, Domenico Andreis, Daniela Contino e Dario Miretti, firmatari di un’interpellanza presentata la scorsa settimana. La preoccupazione maggiore dei consiglieri riguarda soprattutto lo spaccio di droga e il livello di sicurezza nei pressi de parco di Villa Aliberti così come nello stabile di via Lattanzi, occupato abusivamente da alcuni lavoratori stagionali. Come si legge nell’interpellanza si chiede al sindaco “quale sia, con esattezza e con riferimento al periodo intercorrente a far data dal mese di giugno 2018 alla discussione della presente interpellanza, la situazione afferente a fenomeni di criminalità venuti in essere nel territorio della Città di Saluzzo, in modo particolare afferenti allo spaccio di droga; cosa intendano fare per porre celere ed efficace rimedio,  per quanto normativamente di loro competenza, alla detta problematica; se, con l’occasione, vogliano avanzare concrete proposte per rendere maggiormente sicuro e più facilmente controllabile il parco di Villa Aliberti”. La questione sollevata dall’interpellanza arriva in seguito a una riunione dei gruppi Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e la lista civica Progetto Saluzzo svoltasi lo scorso 13 novembre.  “L’area che sembra particolarmente interessata - scrivono i gruppi nella nota stampa inviata insieme all’interpellanza - da questo fenomeno è il parco di Villa Aliberti, anche in considerazione dell’inesistenza di un qualunque sistema di chiusura e di vigilanza; la prevalenza di essenze arboree del tipo basso, arbusti e cespugli rendono maggiormente difficoltose le operazioni di controllo sull’area. Tutt’ora, nonostante le rassicurazioni di sgombero annunciate nel mese di luglio, il fabbricato di via Lattanzi rimane occupato abusivamente dai migranti africani costituendo un luogo di possibile aggregazione di soggetti di dubbia legalità”. Secondo i gruppi di destra “I cittadini saluzzesi stanno subendo una situazione di degrado e di depauperamento che lede  l’immagine storica-culturale e turistica della città”. Il sindaco Mauro Calderoni teme tuttavia che l’azione della minoranza e dei partiti di destra sia quella di fare propaganda elettorale sulla base di slogan e di paure infondate. “Non so da quali elementi le destre ricavino la certezza dell’incremento di attività malavitose legata allo spaccio di droga che si sarebbe sviluppato in città in questi ultimi mesi”. Secondo il primo cittadino non si sono registrati da parte del Serd dell’Asl aumenti di consumo o di segnalazioni nel periodo indicato dagli interpellanti. “Circa il parco di Villa Aliberti - spiega il sindaco - su suggerimento della locale stazione dei Carabinieri siamo progressivamente intervenuti per eliminare le zone coperte alla vista dalla pubblica via e interverremo ulteriormente se ci sarà richiesto. Via Lattanzi è una situazione inaccettabile per tanti motivi. Una fonte di grave preoccupazione alla cui soluzione lavoriamo incessantemente da mesi sottraendo giornalmente persone all’illegalità e al degrado. Per tutto quanto premesso però anche qui il monitoraggio delle forze dell’ordine è quotidiano ed encomiabile”. L’interpellanza ora è stata inviata proprio dal primo cittadino al Prefetto. Chiara Gallo

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio

Please reload

Categorie

  • White Facebook Icon

MAIL. redazione@saluzzoggi.it  |  TEL. 0171 690417

© 2017 by Saluzzo Oggi - P.I. 11180650019.

This site is proudly made in alternativeADV

Testata Saluzzo.png