Aperte le porte del nuovo Cinema Teatro Magda Olivero

22.10.2018

 

 

 

 

 

 

SALUZZO - L’associazione Ratatoj, le compagnie  teatrali Primo Atto e Teatro Prosa, la Fondazione Scuola Alto Perfezionamento Musicale e il Comitato Arci Cuneo Monviso gestiranno il nuovo Cinema Teatro Magda Olivero, presentato la scorsa settimana al pubblico saluzzese con il concerto dei Perturbazione. nuova avventura e nuovo teatro. “Un momento atteso dal 2012 - ha spiegato l’assessore alla cultura Roberto Pignatta - quando è stata inaugurata quella che è stata chiamata la “terza vita” del Politeama. La struttura allora era stata adeguata alle nuove norme di sicurezza, ma  mancava la parte teatrale del palco, oggi levigato e verniciato. Il teatro ora è completo e adeguato alle possibilità delle rappresentazioni sceniche, della musica e del cinema”. Durante la presentazione sono stati ricordati gli ultimi interventi: è stato posizionato il che è passato da una pendenza del 7% al 2%, è stato montato il ring di americane, insieme alle quinte e al sipario. “Il nostro obiettivo - ha ribadito Pignatta - è rimettere al centro il teatro cittadino. Non chiamatelo più ex politeama,  oggi è il Magda Olivero. Con il ring di americane abbiamo ora a disposizione 40 luci mobili più quattro frontali al palco. Alcune sono regolabili con un mixer. Nei prossimi giorni sarà anche sistemata la parte audio con un mixer per il teatro. La regia sarà messa in alto dietro il pubblico. Infine, siamo riusciti a risolvere il problema della temperatura sul palco e per l’estate avremo anche il clima. Siamo davvero soddisfatti di questo risultato perchè vediamo le eccellenze del saluzzese che insieme fanno andare avanti il teatro. Una bella sfida per la cultura della città”. “Questo è un intervento che abbiamo inseguito negli ultimi dieci anni  - ha aggiunto il sindaco Mauro Calderoni - anche nelle precedenti amministrazione. Non riuscivamo a trovare le risorse per il cinema prima è il teatro poi. Per caso dopo aver assistito a uno spettacolo a Borgo San Dalmazzo, siamo riusciti a trovare la soluzione efficace e economicamente fattibile per l’illuminazione e il sipario.Inoltre, attraverso il montaggio e lo smontaggio del palco siamo riusciti a correggere un difetto tecnico del riscaldamento. C’è già in programma il rifacimento del tetto e il rifacimento della facciata che sarà anche un laboratorio nell’ambito di Start per quanto riguarda le sperimentazioni sul campo per il restauro del centro storico”. Il progetto che le associazioni dovranno portare avanti è strutturato su un periodo di tempo di quattro anni. La programmazione sarà cadenzata di mese in mese per cercare di offrire al pubblico eventi tra proiezioni, concerti e pièce teatrali, su tutto l’arco dell’anno. “Siamo onorati di essere stati scelti per curare il progetto insieme alle compagnie teatrali, all’Arci e all’Apm - ha spiegato Fabio Berardo di Ratatoj -. è un progetto difficile, ambizioso che si svilupperà in quattro anni, per una continua escalation di attività. Le iniziative saranno cadenzate ogni mese con musica, cinema e teatro di volta in volta spiegate e promosse per garantire continuità durante  tutto l’anno. La partnership è una sfida tosta, abbiamo sempre gestito lo spazio in autonomia, questo è sicuramente un bell’impegno, ma che accresce la qualità culturale e aiuta a differenziare la programmazione”. Per intraprendere un percorso di incubazione e formazione sull’audience development, l’associazione Ratatoj ha aderito al bando della Compagnia San Paolo attraverso il Progetto Open che consentirà di vedere il teatro non solo come un palco ma come luogo da vivere per tutta la cittadinanza. “Cercheremo di essere sempre più presenti sul territorio - ha affermato Berardo -. La San Paolo ci ha selezionati perchè sono interessati a situazioni ‘imprenditoriali’ in cui l’obiettivo è fare rete tra le varie realtà, come ad esempio l’unione tra  i cinema della stessa zona, in particolare si sono interessati a questo tentativo di unire le varie discipline: musica, cinema e teatro”. Sul nuovo sito internet (www.cinemateatromagdaolivero.it), rifatto da Davide Monia, è presente la programmazione di mese mese in mese. Nuovo anche il logo, pensato e ideato da Valeria Cardetti: “Siamo partiti dalla figura di Magda Olivero per rafforzare il nome del teatro. Abbiamo poi disegnato tre cerchi, come tre fari del palco, che salgono dalla bocca della cantante verso l’alto, con colori differenti e rappresentativi delle tre aree: teatro, cinema e musica. A loro volta i cerchi si intersecano e formano nuovi colori e idealmente a nuove contaminazioni culturali”. Chiara Gallo

(Foto Mauro Piovano)

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio

Please reload

Categorie

  • White Facebook Icon

MAIL. redazione@saluzzoggi.it  |  TEL. 0171 690417

© 2017 by Saluzzo Oggi - P.I. 11180650019.

This site is proudly made in alternativeADV

Testata Saluzzo.png