La Palestra Mazzini cambia "look"

15.10.2018

 

 

 

SALUZZO - Ha cambiato aspetto la Palestra Mazzini dopo gli interventi del Comune di Saluzzo. I lavori hanno riguardato la sostituzione del pavimento in linoleum ormai vecchio di oltre 30 anni, con un nuovo Palquet. Sono stati inoltre sostituiti gli ormai datati canestri fissi in legno con quelli più moderni dotati di braccio braccio mobile che si abbassa per il mini basket e si ritira. Gli spogliatoi non sono stati rifatti, ma sono state sostituite le vecchie panchine. Installati anche i nuovi paraspigoli con materiale anti shock, il locale è stato completamente tinteggiato e sono stati inoltre inseriti i tappeti di camminamento ai bordi del campo. Restano ancora da fare i serramenti. I lavori sono stati completati in tempi davvero rapidi, un mese e mezzo e l’intervento di tre ditte per un totale di 30 mila euro di spesa provenienti dai fondi del comune per la manutenzione degli impianti sportivi. Quella che è la palestra storica di tutti gli studenti saluzzesi ha così cambiato aspetto. Ora al mattino sarà utilizzata sempre dalle scuole mentre al pomeriggio si alterneranno per le loro attività la Ginnastica Saluzzo Libertas, il circolo ARCI, le arti marziali Skt Monviso e la squadra di Basket saluzzese. La presentazione della nuova palestra è stata preceduta dell’esibizione delle giovani atlete di ginnastica ritmica di Saluzzo libertas. “Questa è la palestra dei saluzzese - ha spiegato il sindaco Mauro Calderoni - tutti quanti siamo passati dalla vecchia Mazzini che aveva bisogno di essere rinfrescata. Un bel lavoro seguito dell’assessore Franco Demaria insieme all’architetto Galvagno. È una palestra centrale comoda al servizio delle scuole e delle associazioni sportive, si può arrivare a piedi. Dopo questi lavori il livello qualitativo è davvero molto alto”. “Era il 1890 quando si inizia a p parlare di questi ambienti. Inizialmente era una parte della ex ferrovia. Il primo edificio è stato fatto nel 1894, tra il 1909 e il 1911 è stata realizzata la prima palestra con un tetto in lamiera. Nelle due guerre è stata prima utilizzata per gli ufficiali e poi è stata sede di ritrovo per i tedeschi, dal 1945 è stata poi rimessa a nuovo. Nel 1947 è stata fatta la manica nuova e nel 1954 il tetto in lamiera è stato sostituto. Nel ‘66 è stata intitolata la scuola a Francesco Costa, presidente del Cai portato a Mauthausen dove poi è deceduto. L’ultimo intervento alla palestra risale al 1986 quando è stato allestito il pavimento in linoleum”. Fino ad oggi. Nicoletta Galvagno ha seguito gli ultimi interventi che hanno portato al nuovo “look” della Palestra: “Abbiamo selezionato l’azienda Dalla Riva che ci ha soddisfatti molto e ci ha presentato questo prodotto innovativo per il pavimento che più di tutto necessitava di essere sostituto. È un materiale spesso quattro centimetri con cuscinetto per ripartire bene i carichi e sopra ha uno strato di legno in rovere. In generale siamo molto soddisfatti del lavoro finale”. Chiara Gallo
 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio

Please reload

Categorie

  • White Facebook Icon

MAIL. redazione@saluzzoggi.it  |  TEL. 0171 690417

© 2017 by Saluzzo Oggi - P.I. 11180650019.

This site is proudly made in alternativeADV

Testata Saluzzo.png