Un tavolo di confronto per fare il punto sugli ospedali di Saluzzo e Savigliano


SALUZZO - Con ogni probabilità l’incontro tra l’associazione Officina delle Idee e l’Asl Cn1 si svolgerà nella seconda metà di settembre. Nei giorni scorsi infatti l’Associazione nata per il futuro dell’Ospedale civile di Saluzzo ha scritto al Direttore generale dell’ASL Cuneo 1 Salvatore Brugaletta proponendo la creazione di un tavolo di confronto sulla Sanità locale. L’idea sarebbe quella di un tavolo ampio, a cui invitare gli Amministratori locali e in primis i Sindaci del territorio del Saluzzese e del Saviglianese, le Associazioni che sioccupano a vario titolo di Sanità (come AMED, LILT, AVO, Tribunale del malato ed altre), i Sindacati, oltre ovviamente all’ASL Cuneo 1, per fare periodicamente il punto della situazione. “Quale sarà il futuro degli Ospedali di Savigliano e Saluzzo? Qual è lo “stato dell’arte” del precedente Piano direttorio? Le due strutture di Savigliano e Saluzzo risentiranno negativamente dell’apertura del polo di Verduno?”. Queste le domande principali a cui si vorrebbe dare una risposta. “Nel rispetto dei ruoli - scrive Giovanni Damiano, presidente dell’associazione - perché nessuno vuole ritagliarsi mansioni non proprie - l’Officina delle idee crede che possa (e debba) essere tenuto in considerazione il contributo di tutti quei Soggetti portatori di un interesse diffuso. Nella missiva inviata al DG si fa riferimento al fatto che, legati al tema della Sanità locale, siano connessi argomenti importantissimi quali “il futuro dei nostri Territori e dei servizi destinati ai Cittadini che li abitano, così come il lavoro di decine e decine di persone”.