Un patto per lavorare insieme al rilancio del borgo Maria Ausiliatrice

02.07.2018

 

 

SALUZZO - Un patto per le attività rivolte ai giovani al Borgo Maria Ausiliatrice di Saluzzo. A fare da perno a queste attività sarà il campo sportivo Andrea Martino, dove da poco sono stati portati a termine i lavori per due nuovi campi da Beach Volley. Il patto coinvolge diverse realtà locali, in primis il Comune e l’asd Olimpic, ex Auxlium, per formare un tavolo di lavoro insieme a Monviso solidale, Fab, cooperativa Armonia, parrocchia di Maria ausiliatrice, Oratorio Don Bosco, cooperativa Caracol e Istituto Comprensivo di Saluzzo. “Perché lavorare insieme paga - ha puntualizzato l’assessore Andrea Momberto - Lo abbiamo visto negli ultimi interventi allo spazio giovani e allo spazio Bertoni. Mettere insieme più competenze da soggetti diversi dà migliori risultati”. Il Quartiere Maria Ausiliatrice è importante perchè popolato da tante femiglie, come hanno spiegato gli amministratori. “Sul borgo si sono sempre fatte tante parole - ha specificato il sindaco Mauro Calderoni - è un quartiere satellite e dagli anni ‘70 ha quella struttura. È un luogo su cui investire per portare l’attività pubblica e proseguire con le attività mirate su situazioni di crisi. Il progetto del beach volley intende essere proprio un aiuto per avere maggiori presenze e per rivitalizzare questa struttura”. “Abbiamo realizzato un nuovo pavimento su questi due campi da beach - ha aggiunto il vicesindaco Franco Demaria - nell’ottica di far vivere di più questa struttura pubblica. Era malandata e poco attraente, ora abbiamo portato via la sabbia, la terra e i pavimenti vecchi e abbiamo aggiunto il cordolo e le tubazioni che portano via l’acqua. Non abbiamo una sabbia olimpica, ma comunque di seconda fascia, ovvero di alto livello. Infine, abbiamo realizzato l’ultimo intervento con l’illuminazione a led”. Grazie ai lavori di riqualifica e alla stipulazione del patto, l’obiettivo ora è far vivere il borgo, fare rete e conciliando le nouve attività con quelle che già esistevano, indirizzandosi soprattutto verso i giovani. “Abbiamo pensato di unire le attività fatte da diversi soggetti che possono avere ricadute ricreative e aggregative - ha aggiunto l’assessore Momberto - Il target sono i giovani, per questo abbiamo messo a uno stesso tavolo Monviso Solidale, Fab, asd Olimpic, cooperativa Armonia, la parrocchia Maria Ausiliatrice, l’Odb e l’Ic di Saluzzo. Vogliamo portare i giovani ad aggregarsi in corso d’opera e magari a contribuire con nuove attività”. “Positiva la disponibilità di tutti i soggetti per lavorare a un luogo di comunità - ha spiegato Paolo Caraccio di Monviso Solidale -. L’idea è di lavorare insieme in maniera continuativa. è una sperimentazione con l’obiettivo di promuovere il benessere del borgo. Certo, gli esiti sono incerti, ma vogliamo lavorare sulle cose buone che possono essere utilizzate dai cittadini. Il ruolo del consorzio è provare a mettere insieme e coordinare i soggetti per uno spazio fruibile da tutti”. “A giugno siamo venuti con l’Odb per le attività legate alloratorio - ha spiegato Alberto Isaia della cooperativa Caracol -. A luglio avremo le attività più intense con il calcetto, con i disabili, le ragazze dei Cas e i loro laboratori creativi, con le attività sportive e l’animazione insieme i ragazzi, con lo spazio mamme del centro famiglie, e con le attività extra scolastiche”. Inclusione e positività con soggetti che vivono situazioni di difficoltà. Questa l’intenzione del patto. In tale ottica, la Fab quest’anno ha organizzato per il Cinema all’Aperto due spettacoli negli spazi del campo sportivo. “Si tratta di un bel un progetto in cui ognuno fa qualcosa - ha aggiunto il presidente della Fab Enrico Falda - Con questo tavolo di lavoro ci mettiamo a disposizione per iniziative e ma anche per altre necessità”. Coinvolto nel progetto anche l’Istituto Comprensivo di Saluzzo: “Uno dei punti - ha spiegato la dirigente scolastica Leda Zocchi - su cui stiamo lavorando è quello che la scuola sia in osmosi con quello che le sta intorno, che non sia solo nelle aule, ma in giro per la città”. Presentati anche i progetti a breve termine dell’asd Olimpic: “Partiamo con l’ottava edizione di beach volley - hanno spiegato Roberta Bruno e Gianlica Lingua dell’Asd Olimpic - La sabbia che abbiamo usato non ha rivali in questo territorio. Organizzeremo anche le terapie con i ragazzi disabili e i tornei di calcio, ma siamo a disposizione per tutte le eventuali proposte e iniziative”. Chiara Gallo

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio

Please reload

Categorie

  • White Facebook Icon

MAIL. redazione@saluzzoggi.it  |  TEL. 0171 690417

© 2017 by Saluzzo Oggi - P.I. 11180650019.

This site is proudly made in alternativeADV

Testata Saluzzo.png