Gli obiettivi per il Trasporto Pubblico Locale nel saluzzese

18.06.2018

 

 

SALUZZO  - Le “Sette Sorelle”di Cuneo in questi anni hanno saputo collaborare lavorando in sinergia per migliorare il trasporto pubblico, realizzando un progetto concreto che accomuna tutta la Provincia nei suoi aspetti principali e nello stesso tempo rileva le particolarità dei singoli territori. Stiamo parlando del nuovo Tpl, presentato la scorsa settimana a Cuneo. Obiettivo del patto per il Trasporto Pubblico Locale è riequilibrare l’offerta dei servizi sul territorio, cogliendo i reali bisogni sia dell’ambito urbano che extraurbano, rispondendo alle esigenze di diversi tipi di utenza, da quello scolastico alle fasce più deboli, ai lavoratori e, anche se solo all’inizio, ad un’offerta in chiave turistica. Tutti i comuni superiori a 15mila abitanti (le “sette sorelle”), hanno fin dal mese di settembre 2015 aderito all’Agenzia al fine di collaborare attivamente al processo di ripensamento della mobilità che li interessa. Nel corso del 2017 sono state raccolte in sede di Assemblea di Bacino le esigenze dei singoli territori, che hanno richiesto interventi volti a rivedere le reti urbane, con potenziamento del servizio al fine di completare l’offerta all’utenza (alla luce di un quadro storico che destinava alle aree urbane, ad eccezione della conurbazione di Cuneo, una quantità di risorse limitata). Le azioni concordate prevedono di riprogettare le reti urbane con logiche di intermodalità e facendo sinergia ove possibile con i servizi extraurbani esistenti, con particolare attenzione all’identificazione dei nodi principali e alla razionalizzazione degli orari di esercizio, mediante il cadenzamento delle partenze. Tali azioni mirano ad aumentare l’utenza servita, innescando processi virtuosi di aumento dell’uso del trasporto pubblico e diminuzione contestuale del trasporto motorizzato nelle aree urbane.

Gli interventi a Saluzzo
Ognuna delle Città ha espresso specifici interventi da effettuare sulla propria rete di servizi urbani e più in generale sul proprio territorio. A Saluzzo sono quattro i punti segnalati dall’amministrazione: per quanto riguarda il collegamento Saluzzo – Savigliano, la riattivazione del servizio ferroviario linea Saluzzo/Savigliano con cadenzamento orario; ottimizzazione delle linee Saluzzo-Savigliano e Saluzzo-Scarnafigi-Monasterolo-Savigliano in modo da avere un collegamento con cadenzamento orario ed essere più funzionale ai comuni di Scarnafigi e Monasterolo. Attualmente i Comuni di Scarnafigi e Monasterolo di Savigliano sono collegati con Saluzzo e Savigliano con una linea scolastica che prevede 8 corse al giorno (4 in andata e 4 in ritorno) funzionali esclusivamente al trasporto degli studenti degli istituti superiori. Fare transitare la linea ex sostitutiva, che prevede 18 coppie di corse nei giorni feriali, da Scarnafigi e da Monasterolo di Savigliano risulta più funzionale. I comuni di Scarnafigi e di Monasterolo verranno ad avere un collegamento con Saluzzo e con Savigliano con cadenza oraria dalle ore 6 del mattino alle ore 20.40 di tutti i giorni feriali; migliorie al servizio Urbano della Città di Saluzzo, il servizio attuale infatti prevede nell’arco della giornata 5 corse, il cui scopo è quello di collegare i quartieri periferici con il centro cittadino, la zona storica della città, l’Ospedale, la casa di riposo Tapparelli, consentendo la mobilità delle fasce più deboli, senza l’utilizzo di mezzi propri. Il nuovo servizio prevede l’intensificazione dell’orario per renderlo a cadenza oraria nell’arco della giornata andando ad istituire 5 nuove corse; servizi di armonizzazione dei collegamenti con le vallate del saluzzese. Nelle Valli Po e Infernotto la  revisione del servizio sarà effettuata con un orario che preveda una corsa alla mezzora da e per Saluzzo fino a Revello. Da Revello le corse proseguiranno alternativamente per Paesana e Bagnolo. Per cui da Paesana e da Bagnolo si andrà ad avere una corsa all’ora da e per Saluzzo. Nelle ore di punta, destinate principalmente al trasporto degli studenti degli Istituti Scolastici Saluzzesi e dell’Istituto Alberghiero di Barge, il servizio è potenziato con le necessarie corse bis studenti. In Valle Varaita, la linea 106 Pontechianale – Saluzzo, ad eccezione delle corse destinate al trasporto degli studenti che necessariamente devono collegare Saluzzo, sarà limitata a Verzuolo e da qui le corse saranno messe in coincidenza con la linea 91 Saluzzo – Cuneo, offrendo quindi il collegamento sia in direzione Cuneo che in direzione Saluzzo. Il numero di corse dalla Vallata (in particolare da Sampeyre) a Verzuolo sarà aumentato, offrendo maggiori opportunità di mobilità. Chiara Gallo

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio

Please reload

Categorie

  • White Facebook Icon

MAIL. redazione@saluzzoggi.it  |  TEL. 0171 690417

© 2017 by Saluzzo Oggi - P.I. 11180650019.

This site is proudly made in alternativeADV

Testata Saluzzo.png