In primavera completati 16 nuovi alloggi di edilizia agevolata

26.02.2018

SALUZZO - Sarà pubblicato entro una quindicina di giorni il bando per l’assegnazione dei sedici alloggi di edilizia agevolata di via Barge, di fronte ai già assegnati alloggi della Residenza Belvedere. Un intervento importante di edilizia sociale affidato dall’Atc di Cuneo la cui realizzazione si prospetta per la primavera, mentre l’assegnazione vera e propria degli alloggi avverrà tra giugno e luglio, entro l’estate. A presentare il progetto questa mattina, lunedì 26 febbraio, in Sala Giunta a Saluzzo anche il presidente Atc Piemonte Sud, Gino Garzino, che ha affermato: “Ogni quattro anni viene effettuato il bando per la costituzione delle graduatorie per l’assegnazione degli alloggi di edilizia popolare, abbiamo notato come già nel 2014 vi fu un aumento considerevole delle richieste, già ad oggi sappiamo che gli interessati per l’assegnazione di questi nuovi 16 alloggi dovrebbero essere una trentina, ma aumenteranno”. A Saluzzo oggi si contano in tutto 238 alloggi di edilizia popolare, quelli che saranno assegnati quest’estate daranno una risposta al territorio, anche se non ancora sufficiente. Inizialmente erano previsti all’interno di quello che è il secondo compartimento di via Madre Teresa di Calcutta 22 alloggi, in seguito ridotti a 16 per l’aumento della metratura per singolo appartamento. Un intervento finanziato da Atc, la cui spesa totale si aggira sui tre milioni di euro e che ha visto anche la realizzazione di importanti lavori di urbanizzazione, come l’inserimento di una nuova piazzetta ludica e il prolungamento di via Clemer che migliorerà l’accessibilità di tutta l’area. Gli alloggi sono 13 grandi e 4 più piccoli e sono dotati di un riscaldamento centralizzato ben isolato con pannelli solari sul tetto, nonchè di un impianto di ventilazione unico. Sono presenti garage e balconi. I criteri per la loro assegnazione sono diversi, prima di tutto l’ambito territoriale, poi un reddito minimo pari a 12 mila euro, assenza di situazioni morose. Il punteggio è assegnato anche in base ad alcune caratteristiche, ad esempio anziani, coppie giovani, reddito per nucleo famigliare, situazioni di invalidità, appartenenti a corpi militari. Il bando sarà emanato da Atc e si chiuderà entro 30 o 40 giorni. “Esiste una buona percentuale di popolazione - ha aggiunto l’assessore Attilia Gullino - che trova una risposta concreta nell’edilizia agevolata”. Ricordiamo che la differenza tra edilizia agevolata ed edilizia sovvenzionata è che nel primo caso non sono previsti anticipi e il reddito minimo richiesto è pari a 12 mila euro, mentre nel secondo caso, gestito a livello comunale, tutti possono presentare domanda e pagare un canone più basso. In generale nel saluzzese ci sono ancora relativamente poche realtà di edilizia popolare, si contano 63 alloggi a Verzuolo, 16 a Manta e 19 a Venasca. Saluzzo potrebbe diventare così un punto di riferimento per tutto il territorio.  Chiara Gallo ​

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio

Please reload

Categorie

  • White Facebook Icon

MAIL. redazione@saluzzoggi.it  |  TEL. 0171 690417

© 2017 by Saluzzo Oggi - P.I. 11180650019.

This site is proudly made in alternativeADV

Testata Saluzzo.png