Effettuavano rapine nelle abitazioni, arrestati

18.12.2017

 

LAGNASCO - I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Saluzzo, hanno arrestato due pregiudicati responsabili di tre furti in abitazione. L’azione è scattata quando un cittadino ha segnalato nel tardo pomeriggio del 15 dicembre la presenza in Lagnasco di un’utilitaria che si aggirava in modo sospetto per le vie del paese. Contemporaneamente è giunta una segnalazione di allarme di furto proprio presso un’abitazione del comune. A quel punto nell’area sono state fatte convergere alcune pattuglie allo scopo di precludere ai malviventi ogni via di fuga. Alcuni militari, notata l’autovettura segnalata aggirarsi per le vie del piccolo centro con i fari spenti, si sono avvicinati per procedere al suo controllo. Due dei quattro occupanti sono quindi usciti dal mezzo e si sono dati subito alla fuga a piedi nei terreni circostanti, disfacendosi di alcuni gioielli in oro e d’argento. L’autista del mezzo e il passeggero, hanno tentato inutilmente di dileguarsi, ma sono stati immediatamente bloccati. I carabinieri dopo avere recuperato gli oggetti di cui i fuggitivi si erano liberati, hanno constatato che si trattava di refurtiva proveniente da un furto appena commesso. Gli immediati accertamenti, basati sull’esame di testimoni e sull’analisi delle immagini registrate da alcune telecamere di sorveglianza, hanno consentito di stabilire che i due uomini fermati, in concorso con i due complici che si sono dati alla fuga, erano gli autori di furti in tre distinte abitazioni, impossessandosi di monili in oro e argento e altri oggetti. Mentre due di loro si introducevano nelle abitazioni, dopo aver forzato effrazione le porte d’ingresso, gli altri complici li attendevano in strada, a bordo del veicolo, effettuando alcuni giri per le vie limitrofe a fari spenti, per verificare l’eventuale arrivo di pattuglie delle Forze dell’Ordine. Nel corso della perquisizione personale e del veicolo sono stati rinvenuti vari utensili da lavoro, guanti e torce elettriche, il tutto utilizzato per commettere i furti. I due uomini sono stati pertanto dichiarati in stato di arresto furto in abitazione in concorso ed associati presso la Casa Circondariale di Cuneo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. All’esito dell’udienza di convalida tenutasi innanzi al G.I.P. del Tribunale di Cuneo, è stata applicata a entrambi gli indagati la misura della custodia cautelare in carcere. La refurtiva recuperata è stata in seguito restituita ai legittimi proprietari.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio

Please reload

Categorie

  • White Facebook Icon

MAIL. redazione@saluzzoggi.it  |  TEL. 0171 690417

© 2017 by Saluzzo Oggi - P.I. 11180650019.

This site is proudly made in alternativeADV

Testata Saluzzo.png