Truffatore prima scappa, poi aggredisce i carabinieri

11.12.2017

VERZUOLO - Truffa e lesioni a pubblico ufficiale, con queste accuse è stato arrestato un torinese che a Verzuolo ha prima cercato di derubare un’anziana e poi ha colpito ripetutamente i militari intervenuti sul posto per fermarlo. L’episodio si è verificato la settimana scorsa quando una pattuglia della Stazione di Costigliole Saluzzo era impegnata in un servizio di perlustrazione nelle zone più isolate dell’omonimo comune e di quello di Verzuolo, dove già in passato si erano verificati furti o truffe in danno di anziani. I fatti si sono svolti verso le 11 del mattino i quando i militari, nel transitare in una via secondaria a ridosso della strada provinciale 589, hanno notato un giovane armeggiare in un vano per i contatori della rete idrica e vicino una donna anziana che gli comunicava qualcosa gesticolando. Insospettiti dalla presenza e dall’atteggiamento dell’uomo, i carabinieri hanno deciso di sottoporlo a un controllo. Sentendosi allora scoperto si è dato alla fuga cercando di coprirsi il volto con il giubbotto. Una volta raggiunto e bloccato dai militari, è cominciata l’aggressione. L’uomo ha prima spruzzato loro una sostanza urticante e poi ha continuato a colpirli con calci e pugni. Una volta fermato i carabinieri hanno scoperto che il soggetto stava cercando di truffare l’anziana qualificandosi come un tecnico delle “acque potabili”. Con la scusa di dover effettuare dei controlli sull’intera rete idrica, l’uomo ha cercato di entrare nell’appartamento della vittima, che tuttavia non gli ha creduto. Nel suo marsupio i militari hanno ritrovato il “kit” del perfetto truffatore: uno scanner funzionante sintonizzato su una frequenza radio, una bomboletta di spray a base di peperoncino, un paio di guanti da lavoro, diversi accessori per il travisamento, un apparecchio per rilevare la presenza di metalli, dei piccoli petardi e un cartellino con un nominativo fittizio “operatore delle acque potabili – controllo contatori”. L’uomo ora è in arresto, con l’accusa di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale ed è stato denunciato per il reato di tentata truffa. E’ stato perciò trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma di Saluzzo, per poi essere condotto dinanzi al GIP del Tribunale di Cuneo per l’udienza di convalida dell’arresto con giudizio direttissimo. I Carabinieri coinvolti nell’aggressione hanno riportato lievi lesioni, ricorrendo alle cure mediche presso il Pronto Soccorso. Sono ora in corso le indagini per accertare il coinvolgimento dell’indagato in pregressi episodi di truffa o furto, commessi con lo stesso modus operandi.

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio

Please reload

Categorie

  • White Facebook Icon

MAIL. redazione@saluzzoggi.it  |  TEL. 0171 690417

© 2017 by Saluzzo Oggi - P.I. 11180650019.

This site is proudly made in alternativeADV

Testata Saluzzo.png