Crisi Burgo: presentato il piano di risanamento, se approvato il 12 dicembre si chiuderà l'accor


VERZUOLO – Nuovo incontro tra gli amministratori della Burgo di Verzuolo e i rappresentanti dei sindacati sulla crisi che vede a rischio 143 posti di lavoro. Si è svolto oggi, venerdì 1 dicembre alla sede di Confindustria di Vicenza. “Nel corso della riunione l'azienda ha illustrato i punti salienti del piano di risanamento dello stabilimento – si legge nel comunicato inviato dalle Segreterie Nazionali, Territoriali e dalle RSU - una nuova politica commerciale, lo sviluppo di nuovi prodotti con maggiore marginalità, riduzione dei costi delle materie prime, una miglior gestione delle risorse energetiche e una nuova organizzazione del lavoro". Adesso si aspetta il 6 dicembre quando al Ministero del lavoro "ci sarà un incontro per verificare la fattibilità della richiesta di procedura per la cassa integrazione straordinaria. In caso di esito positivo, il 12 dicembre alla sede dell'Unione Industriale di Cuneo si procederà alla stesura definitiva dell'accordo sindacale e quindi il conseguente ritiro della procedura di licenziamenti collettivi”. Il tutto sta procedendo in tempi strettissimi, poichè la scadenza per la firma dell'accordo tra le parti è il 16 dicembre 2017.