Inaugurata la mostra multimediale su Giulio Boetto

20.11.2017

SALUZZO - All’inaugurazione era presente anche Giosuè Boetto Cohen, nipote e uno degli ultimi eredi dell’artista Giulio Boetto. Autore di grandi quadri paesaggistici conservati nei musei di tutta Italia, nonchè di prestigiose scenografie cinematografiche inizio secolo, ora in mostra fino al 2 aprile negli spazi della Castiglia di Saluzzo, la città che tanto aveva amato e che scelse come sua casa per il lavoro e per la famiglia. Non a caso l’esposizione, promossa dalla Fondazione Artea, dal Comune di Saluzzo e organizzata da Ur-ca Casa Laboratorio, presenta il titolo “La scelta di Giulio. Viaggio di un paesaggista nel secolo che distrusse il paesaggio”. Scelta per il luogo in cui decise di mettere radici e scelta perchè a differenza dei colleghi contemporanei, Boetto decise di non dedicarsi all’astratto, ma a ciò che vedeva e che sentiva provenire dal mondo circostante. Il percorso è un viaggio multimediale che racconta la storia dai primi anni del ‘900 fino ad oggi, mettendo in evidenza i cambiamenti e le trasformazioni di un paesaggio rurale.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio

Please reload

Categorie

  • White Facebook Icon

MAIL. redazione@saluzzoggi.it  |  TEL. 0171 690417

© 2017 by Saluzzo Oggi - P.I. 11180650019.

This site is proudly made in alternativeADV

Testata Saluzzo.png